Come  nasce Esteve e  quando iniziò la prima produzione di chitarre?

Esteve nasce nel1957, ad Alboraya. Inizialmente era un piccolo laboratorio con 7 artigiani i cui fondatori furono  Manuel Adalid Lazaro, Antonio Monfort García e Francisco Esteve Calatayud. Proprio dai nomi dei fondatori prese nacque il marchio Esteve . A distanza di 61 anni la discendenza dei fondatori continua ed abbiamo Manuel Adalid Balbuena  come mastro liutaio,  il nipote di Antonio Monfort ed Alberto Hernández  come liutaio e capo della linea di produzione. Proprio in questo periodo , Juan Hernández, suo padre è  andato in pensione. Possiamo dire con fierezza che Esteve è alla sua terza generazione di costruttori di chitarre.

ll mondo della chitarra classica è in continua evoluzione. Come è cambiato il modo di costruire la chitarra nel corso degli anni?

Le nostre  chitarre sono ancora realizzate secondo i metodi tradizionali.

Dall'altro lato però  , la produzione della chitarra nel corso degli anni si è evoluta e così anche noi abbiamo introdotto nuovi materiali e  nuove tecnologie costruttive   cercando di migliorare così  le prestazioni dei nostri struggenti .

Che strumenti producete ?

Abbiamo una vasta gamma di chitarre, tutte al 100% fatte a mano. La nostra produzione principale è basata su chitarre classiche e chitarre flamenche. Poi abbiamo dei modelli speciali come Octave, Bass, Contrabass, Tres Cubano, Señorita e quelle elettro-acustiche. Facciamo anche Requintos, Bandurrias, Laud e Mandolini. Costruiamo chitarre per tutti, dal livello base per gli studenti fino  alle chitarre da concerto . La chiave di tutti i nostri modelli è l'attenzione alla qualità ed ai dettagli.

In che modo le nuove tecnologie di costruzione della chitarra entrano nei nuovi processi di costruzione delle chitarre?

La tecnologia è qualcosa che ha aiutato ma non ha cambiato sostanzialmente il nostro modo di lavorare in modo assolutamente  tradizionale. Possiamo dire che i nuovi materiali ed il controllo della qualità sono migliorati ed i nuovi strumenti tecnologici  consentono di essere più precisi nel nostro lavoro.

 

Esteve è sicuramente un leader nella tradizione spagnola della costruzione di chitarra. Quali sono i tuoi punti di forza principali?

Qualità e professionalità per me sono la chiave di volta.  È il fattore umano che differenzia la nostra azienda dalle altre . Inoltre investiamo molto nello sviluppo delle chitarre e nel 2018  lanceremo 3 nuovi  modelli . Altra fattore che vorrei sottolinerare è  il nostro attento servizio clienti presente oramai  in tutto il mondo.

Parlando di studenti e concertisti, che caratteristica cercano in una chitarra?

Le caratteristiche richieste sono quasi sempre le stesse ; una suonabilità semplice  , solidità, potenza, sustain, armonici ed equilibrio tra bassi e acuti. Quindi. Con una diversa gamma di strumenti , riusciamo a soddisfare tutte le richieste dei chitarristi 

In quanti paesi sono distribuite  le vosstre  chitarre? Come possiamo trovarle in Italia?

Stiamo vendendo le nostre chitarre in tutto il mondo. In Italia, il nostro distributore e responsabile del marchio è Eko

 

http://guitarrasesteve.es

www.ekoguitars.com

www.ekomusicgroup.com

 


Canale Yoube

Video of the day

">

Cerca nel sito

Rubriche

Image 20 Aprile 2017
Flamenco
Image 03 Aprile 2017
Tecnica
Image 24 Febbraio 2017
Il concerto di Nicolò Renna

Edizioni Musicali

Image 29 Marzo 2018
That's it!
Image 24 Febbraio 2017
25 POP STUDIES

Più letti

Domenica, 05 Febbraio 2017
Carlo Francesco Defranceschi
Lunedì, 27 Febbraio 2017
Cristiano Poli Cappelli
Lunedì, 16 Ottobre 2017
Guitarlift - supporto per chitarra
Mercoledì, 31 Maggio 2017
Diego Campagna
Martedì, 27 Marzo 2018
Massimo Varini

CD

Image 13 Febbraio 2017
Tansman
Image 05 Febbraio 2017
Alessandro Minci
Image 05 Febbraio 2017
Nicola Montella

Ultime news

Venerdì, 20 Aprile 2018
Miguel Llobet , La forza del talento
Martedì, 27 Marzo 2018
Massimo Varini
Venerdì, 02 Marzo 2018
Compact Disc addio !!!!
Mercoledì, 28 Febbraio 2018
Roma Guitar Expo 2018
Mercoledì, 28 Febbraio 2018
La Mano del Chitarrista